Risotto alla calendula

calendula 1

Ecco un risottino davvero interessante da preparare agli amici in una bella serata estiva.

Due parole sulla calendula officinalis: fa parte della famiglia delle Asteraceae, è una graziosa piantina erbacea con foglie verdi lucenti e fiori di colore arancio vivo che appaiono durante tutta l’estate una volta al mese. L’etimologia della parola deriva dalle calendae romane che indicano appunto ricorrenze mensili.

Ingredienti:

  • Scalogno
  • mezzo spicchio d’aglio (facoltativo)
  • olio extravergine d’oliva
  • 350 gr di riso per risotti
  • mezzo bicchiere di vino bianco secco
  • brodo vegetale
  • una manciata di petali di calendula

Adesso che abbiamo tutti gli ingredienti procediamo con la preparazione:

Tritate lo scalogno finemente e se vi fa piacere aggiungete il mezzo spicchio di aglio (intero o tritato, io per esempio lo metto intero e poi lo tolgo) e fate rosolare il tutto in una padella con 2/3 cucchiai di olio extravergine d’oliva (attenzione che lo scalogno non si annerisca!)

Aggiungete il riso, mescolate bene e quando  si sarà tostato sfumatelo con il mezzo bicchiere di vino bianco secco. Fate evaporare e successivamente incorporate un pò alla volta il brodo vegetale caldo fino a completa cottura del riso.

Cinque minuti prima di spegnere la fiamma unite una generosa manciata di petali di calendula che conferiranno al risotto un bellissimo colore giallo e una spruzzata di pepe per chi lo desidera.

Buon Appetito!

Annunci