I lavori di Marzo

Marzo è un mese bellissimo: si passa dal buio dell’inverno alla luce delle prime giornate di primavera. Sembra quasi l’inizio di una nuova vita e perché no, è il mese in cui si fanno ancora buoni propositi e ci si carica per l’arrivo dell’estate.

welcome,spring

A Marzo raccogliamo ancora nel nostro orto gli ultimi ortaggi invernali e cominciamo a seminare ciò che  raccoglieremo nei prossimi mesi.

Iniziamo allora a preparare il nostro terreno, ricordandoci che deve essere in tempera, cioè né troppo umido, né troppo asciutto e della giusta consistenza per essere facilmente lavorato.

Se ci siamo ricordati in autunno di metterci sopra del letame o un buon compost di foglie, la nostra terra dovrebbe essere ora più morbida e ricca di humus.

L’humus è indispensabile perché trattiene l’acqua, i sali minerali e gli altri nutrienti che servono per far crescere e sviluppare bene le nostre piante.

humus

Ricordiamoci che i nostri ortaggi amano crescere in un terreno che sia capace di trattenere la giusta acqua per il loro sviluppo, e che sia soffice ed aerato per permettere alle radici di avere una buona ossigenazione. Se seminate in vaso mi raccomdo: scegliete un buon terriccio per orticole.

Se prima dell’inverno non abbiamo provveduto a trattare la terra del nostro orto, niente paura, adesso è il momento buono per prendere uno stallatico di qualità da unire eventualmente a del compost maturo e spargerlo sulle aiuole o gombine del nostro orto; prima di seminare o trapiantare aspettiamo qualche giorno per far si che la terra abbia assorbito quanto le abbiamo donato.

Se invece il nostro orto sarà nei  vasi provvediamo a rinnovare la terra oppure ad arricchirla con un pochino di stallatico, mi raccomando, sempre di buona qualità.

Se posso dare un consiglio diffidate dei prodotti liquidi che trovate in molti supermercati o garden center; sono troppo diluiti e se andate a leggere attentamente le etichette vi rendete subito conto che la percentuale del prodotto che state acquistando è decisamente bassa e tutto il resto è acqua.

Prediligete prodotti di qualità e in polvere che andrete voi personalmente a diluire secondo le dosi raccomandate dal produttore. Forse all’inizio vi sembrerà di spendere un pochino di più, ma il prodotto non solo vi durerà più a lungo, ma, soprattutto, fornirete alle vostre piante i nutrimenti giusti e necessari (e non solo acqua diluita con minime dosi di concime…).

Non utilizzate nulla che sia chimico perché ricordatevi che fate l’orto per mangiare sano e naturale.

Piccola nota: abituatevi a leggere le etichette anche dei prodotti che comprate per le vostre piante, siano esse commestibili o meno, così come fate quando andate a comprare cibo per la vostra famiglia.

Tornando all’orto di marzo si semina in semenzaio:

broccoli, cardi, cavolfiori, cavoli cappucci, cetrioli, cipolle, lattughe, melanzane, meloni, peperoni, pomodori, zucchine, rape, sedano, basilico.

Se non disponete di un semenzaio coperto e riscaldato, niente paura, seminate in vasetti piccoli e teneteli in casa; così avrete modo di veder crescere giorno per giorno i vostri semi e, se avete bambini, è un bellissimo esperimento da fare insieme, oltre che farli partecipare al progetto orto.

52cm_premium_propagator_lid

Si semina nelle aiuole o in vaso:

bietole, misticanze di cioria, lattughe da taglio, valerianella, carote, catalogne, spinaci, tacccole, piselli, ravanelli, prezzemolo, aneto, cerfoglio ed origano.

Quando acquistate i semi vedete di prendere quelli primaverili o precoci.

Ricordatevi di seminare anche le tagete serviranno  per tenere lontani gli insetti dannosi; in particolare se decidete di seminare le carote fate delle file in cui in mezzo mettete tagete e pastinache. Questo servirà per tenere lontani gli insetti che amano assaggiare e bucherellare le nostre carote, alias gli elateridi.

IMG_6792

Se seminate nelle aiuole mettete una bella rete antipassero per salvaguardare i vostri semi; vi consiglio di coprire comunque anche i vasi con del tessuto non tessuto, che permetterà ai nostri semi  di ricevere luce ma di non essere attaccati dagli uccelli affamati. Pensate, magari, di posizionare nel vostro balcone una mangiatoia per uccelli mettendo i semini a loro graditi, così lasceranno stare i semi dei vostri futuri ortaggi e in più è carino vederli mangiare e sentirli cantare.

Per quanto concerne la luna, dice la tradizione che gli ortaggi da frutto come pomodoro, melanzana, peperone, zucca, zucchina etc… vanno seminati in luna crescente, insieme a quelli a foglia per i quali desiderate una crescita veloce come: lattuga, spinaci, rucola, prezzemolo, bieta da taglio etc…

Luna calante invece per gli ortaggi da radice e da bulbo come carota, cipolla, rapa etc.., oltre che per quelli che si coltivano durante l’anno come finocchi, cavoli, catalogna e per i legumi.

luna

Buon Orto!