Risotto alla calendula

calendula 1

Ecco un risottino davvero interessante da preparare agli amici in una bella serata estiva.

Due parole sulla calendula officinalis: fa parte della famiglia delle Asteraceae, è una graziosa piantina erbacea con foglie verdi lucenti e fiori di colore arancio vivo che appaiono durante tutta l’estate una volta al mese. L’etimologia della parola deriva dalle calendae romane che indicano appunto ricorrenze mensili.

Ingredienti:

  • Scalogno
  • mezzo spicchio d’aglio (facoltativo)
  • olio extravergine d’oliva
  • 350 gr di riso per risotti
  • mezzo bicchiere di vino bianco secco
  • brodo vegetale
  • una manciata di petali di calendula

Adesso che abbiamo tutti gli ingredienti procediamo con la preparazione:

Tritate lo scalogno finemente e se vi fa piacere aggiungete il mezzo spicchio di aglio (intero o tritato, io per esempio lo metto intero e poi lo tolgo) e fate rosolare il tutto in una padella con 2/3 cucchiai di olio extravergine d’oliva (attenzione che lo scalogno non si annerisca!)

Aggiungete il riso, mescolate bene e quando  si sarà tostato sfumatelo con il mezzo bicchiere di vino bianco secco. Fate evaporare e successivamente incorporate un pò alla volta il brodo vegetale caldo fino a completa cottura del riso.

Cinque minuti prima di spegnere la fiamma unite una generosa manciata di petali di calendula che conferiranno al risotto un bellissimo colore giallo e una spruzzata di pepe per chi lo desidera.

Buon Appetito!

Annunci

4 pensieri su “Risotto alla calendula

    • Ci sono diversi tipi di calendule, ne esistono circa una trentina. Quella officinalis ė quella piu conosciuta. Poi c’e anche Calendula arvensis che ritroviamo spontanea nei nostri prati.
      Fiorisce da giugno fino a novembre.
      La calendula la puoi acquistare come piantina oppure partire dai semi ma andrebbe seminata in aroile maggio…vero e che la stagione e appena partita e quindi si potrebbe provare…oppure cercare piantine gia formate in vivai specializzati in aromatiche. Qui da noi nel Veneto trovi molte aromatiche al Vivaio del Bosco Correzzola vicino a Padova.(http://www.aromatichedelbosco.it/manifestazioni.html) Io faro un giretto verso fine mese se ti serve qualcosa fammi sapere che mi accordo con Roberta 🙂

  1. Sai che ho trovato un libro che parla dei fiori commestibili e c’è anche qualche ricetta? Mi sa che le proverò e, magari in agosto o settembre, quando Roberta sarà ritornata a casa e ci sarai anche tu mi piacerebbe andare in quel vivaio di erbe aromatiche, chissà cosa potrò scoprire, ciao

    • 🙂 Volentierissimo! Io sono stata qualche giorno fa ed ho portato a casa piccoli “tesori”, ma ci ritorno sempre volentieri. Bello sarebbe fare una gita in Alto Adige perché lì c’è un super vivaio di aromatiche. E’ il non plus ultra! Magari organizziamo una gita lì, ma dal lunedì al venerdì perché d’estate sabato e domenica sono chiusi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...